Giovane VFP1 Esercito, rimasto coinvolto in un incidente durante le esercitazioni, ottiene la redazione del modello

Il giovane VFP1, grazie alla assistenza legale dello studio, ha ottenuto dall'Ente di appartenenza la redazione del modello “C”.Nel caso in esame, infatti, pur avendo il giovane subito gravissime conseguenze fisiche a seguito di un incidente occorso durante l'attività addetrativa, l'Ente che lo impiega non…

Assistente di P.P. ottiene l'accesso a verbali riservati necessari a dimostrare il legame tra la patologia da cui è affetto e il servizio svolto a favore dell'Amministrazione Penitenziaria.

Lo studio fornisce assistenza legale ad un Assistente di P.P. affetto da sindrome ansioso-depressiva collegata a fatti avvenuti durante il servizio.Nel corso di tale attività, a seguito di silenzio-rifiuto opposto dall'istituto penitenziario interessato, è stato proposto ricorso al TAR dl Lazio, il quale ha riconosciuto…

Il TAR Campania annulla giudizio di inidoneità attitudinale per l'arruolamento VFP4 Esercito emesso nei confronti di volontario già in servizio.

Con un recentissima sentenza, il TAR Campania ha rilevato, all'esito di un nuovo accertamento effettuato presso il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell'Esercito di Foligno, l'idoneità attitudinale del ricorrente all'arruolamento VFP4 Esercito.Per tale ragione ha accolto il ricorso ed ha annullato il provvedimnto con…

Un IRCCS di fama internazionale riconosce la sussietenza di un rapporto di lavoro a tempo indeterminato nei confronti di un dirigente medico.

A coronamento di una intensa attività stragiudiziale, un Istituto di Ricerca e Cura noto a livello internazionale ha riconosciuto la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato e a tempo indeterminato, con attribuzione di incarico di responsabile di unità operativa complessa, a favore di un…

Assistente della Polizia di Stato, dispensato dal servizio per inabilità fisica, ottiene il diritto al trattamento pensionistico di privilegio.

La Corte dei Conti – Sezione Giurisdizionale Lazio, accertata l'inerzia dell'Amministrazione convenuta, ha così delibato: “Accoglie il capo di domanda relativo alla liquidazione del trattamento di quiescenza definitivo e accerta l'inadempimento del Ministero dell'Interno; dispone, conseguentemente, che l'amministrazione medesima provveda a liquidare detto trattamento definitivo”.…