Falso ideologico in atto pubblico. Poliziotto assolto perché il fatto non sussiste.

Falso ideologico in atto pubblico. Poliziotto assolto perché il fatto non sussiste.

Falso ideologico in atto pubblico, reato previsto e punito dall’art. 479 c.p., non sussiste se l’attività svolta dall’imputato non sia da ritenersi attribuibile alle funzioni proprie del pubblico ufficiale. Un appartenente al Corpo di Polizia penitenziaria era stato rinviato a giudizio in quanto accusato di …

Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, II Sez. - 11.12.2007 - Ricorso n. 25575/04

La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo, con la citata pronuncia, stabilisce l'illegittimità del comportamento della Suprema Corte di Cassazione, nella parte in cui, in sede di giudizio di legittimità, ha operato una riqualificazione giuridica del fatto. Nella fattispecie, infatti, non essendoci stata alcuna informativa all'imputato,…

Appuntato dei carabinieri condannato per insubordinazione: ha reagito al richiamo del superiore che lo invitava a non intrattenere più una relazione adulterina.

La Cassazione si pronuncia su un caso di insubordinazione di un appuntato, che ha reagito male all’invito del superiore a non intrattenere più una relazione extraconiugale con una donna del posto. A parte la considerazione sulla sussistenza degli estremi del reato, gli ermellini rilevano come…

Risponde del reato di lesioni gravissime, a titolo di dolo eventuale, chi è conscio di essere affetto da HIV e ciò nonostante ha rapporti non protetti.

Il Tribunale di Savona condanna un cittadino affetto da HIV per il reato di lesioni gravissime. Ha infettato il partner a seguito di plurimi rapporti sessuali non protetti. L’elemento soggettivo è il dolo eventuale, interessanti sono le disquisizioni del Tribunale sul nesso di causalità. E’…

Riflessioni sulla sent. n. 28720/2008 in materia di uso di marjuana degli appartenenti alla religione rasta.

Fa discutere la sentenza della Suprema Corte di Cassazione – 6^ Sezione Penale – n- 28720/2008, che ha cassato il decisum della Corte d'Appello di Perugia per vizio di motivazione, non avendo detta Corte sufficientemente considerato l'appartenenza dell'imputato alla religione rasta, che prevede l'utilizzo di…