GIOVANE OTTIENE L'ARRUOLAMENTO NELL'ARMA DEI CARABINIERI DOPO L'ASPORTAZIONE DI UN OSTEOBLASTOMA.

GIOVANE OTTIENE L’ARRUOLAMENTO NELL’ARMA DEI CARABINIERI DOPO L’ASPORTAZIONE DI UN OSTEOBLASTOMA. Il giovane L.L., già militare V.F.P.4. nelle seconde aliquote dell’Esercito Italiano, era stato escluso dal transito nell’Arma dei Carabinieri in sede di  verifica del “mantenimento dei requisiti di idoneità”, avendo sofferto di un osteoblastoma…

SCORRIMENTO DELLA GRADUATORIA DEL CONCORSO PER 1148 ALLIEVI AGENTI DELLA POLIZIA. IL T.A.R. LAZIO AMMETTE I GIOVANI ULTRAVENTISEIENNI ALLE VISITE MEDICHE.

Scorrimento della graduatoria del concorso per 1148 allievi agenti della Polizia. Con numerosi provvedimenti cautelari, il T.A.R. Lazio ha imposto al Ministero dell’Interno di sottoporre a visita medica gli idonei alla prova scritta del concorso per il reclutamento di 1148 allievi agenti della Polizia di…

Più tutela per le seconde aliquote in attesa di transitare nell'Arma

Il giovane L.L. era vincitore del concorso indetto dall'Arma dei Carabinieri, ma collocato nella seconda aliquota (V.F.P.4). A seguito di una patologia tumorale della colonna vertebrale, era posto in licenza di convalescenza e, successivamente, giudicato idoneo alla ripresa del servizio nell'Esercito. Il Comando Generale dell'Arma,…

Rivoluzionaria sentenza del Consiglio di Stato. No alle automatiche esclusioni dei volontari pur in presenza di condanne penali.

“Storica” vittoria dello Studio Legale Parente, che da anni si batte contro l'art. 635 del Codice dell'Ordinamento militare e le automatiche esclusioni per imputazioni per delitti non colposi. Per la prima volta, infatti, i Giudici di Palazzo Spada accolgono le tesi dello studio, prospettate unitamente…

E' illegittimo il provvedimento con cui si dispone di non dare luogo allo scorrimento della graduatoria, perchè comporta una antieconomica utilizzazione delle risorse pubbliche.

Importante pronuncia del T.A.R. Lazio, Sez. II^ – n. 8743/2009. Lo scorrimento di una graduatoria ancora valida costituisce un atto d'obbligo e non un atto discrezionale per la P.A. Lo studio legale Parente è impegnato in numerose cause nei confronti delle FF.AA., che sono solite…

Il Comandante dei Corsi di una Scuola Militare, nell'irrogare una sanzione disciplinare, non può immotivatamente discostarsi da quanto stabilito dalla Commissione di Disciplina.

E' quanto statuiscono i Giudici del T.A.R. Lazio. “l’irrogazione della sanzione massima, proprio per il suo carattere espulsivo, necessita di una approfondita e circostanziata motivazione che tenga conto di tutte le circostanze soggettive ed oggettive del sottostante procedimento disciplinare, alla luce anche del parere espresso…