Insubordinazione e violata consegna: il fatto non sussiste, militari assolti.

Insubordinazione e violata consegna. Il fatto non sussiste o è talmente lieve da non meritare attenzione.

Il giudice dell’udienza preliminare del Tribunale Militare di Roma ha dichiarato di non dover procedere nei confronti degli imputati perchè il fatto non sussiste.

Già in sede di udienza preliminare, grazie all’attività difensiva altamente specializzata relativamente a reati propri in materia militare, il giudice ha  potuto accertare l’insussistenza del fatto  e ha dichiarato  il non luogo a procedere.