Vittima del dovere: il TAR Salerno impone al Prefetto di adottare un provvedimento favorevole al ricorrente.

Vittima del dovere: il TAR Salerno impone al Prefetto di adottare un provvedimento favorevole al ricorrente.

Vittima del dovere: l’adito Collegio ha disposto che il Prefetto, in qualità di commissario ad acta, adotti con sollecitudine il provvedimento cui era tenuta l’amministrazione.

In codesto farraginoso iter procedurale il supporto fornito dagli esperti  avvocati dello Studio Legale Parente  è stato fondamentale per il riconoscimento al militare dello status di “vittima del dovere”.

Il ricorrente ha prestato encomiabile servizio nell’Esercito Italiano fino a quando è stato congedato a causa di una grave patologia che lo ha affetto, quest’ultima causata dalle mansioni svolte, così come accertato da una prima sentenza ad esso favorevole.

Tuttavia, a seguito dell’atteggiamento ostile dell’amministrazione, nonchè dei plurimi e reiterati errori procedurali dalla stessa compiuti, il ricorrente, nonostante il suo diritto fosse già stato riconosciuto in sede giurisdizionale, non riusciva ad ottenere il provvedimento amministrativo a lui favorevole.

Ebbene, il TAR Salerno, ponendo fine a questo articolato contenzioso, ha disposto che “il Commissario ad acta in carica, come già stabilito… adotti, con sollecitudine e comunque entro il termine di trenta giorni, il provvedimento cui era tenuta l’Amministrazione sostituita.”

Ciò conferma la necessità di rivolgersi ad avvocati di consolidata e comprovata esperienza.

Studio Legale Parente, dal 1924.

info@studiolegaleparente.com